top of page

Ernia discale: Ozonoterapia per evitare l'intervento chirurgico.

Il mal di schiena colpisce il circa il 70% della popolazione mondiale. In molti casi può essere invalidante e complicare lo svolgersi delle attività quotidiane anche più banali. Spesso i trattamenti farmacologici antinfiammatori e antidolorifici non bastano e si arriva al trattamento chirurgico. Tra le cause più comuni del mal di schiena troviamo l'ernia del disco, patologia che è caratterizzata dalla fuoriuscita di materiale del nucleo polposo dal disco intervertebrale, causata dalla rottura delle fibre dell’anello fibroso che formano la parete del disco.




Ozonoterapia infiltrativa per l'ernia del disco.

L’ozono migliora l'elasticità dei globuli rossi che riuscendo a passare dai capillari più piccoli favoriscono l'ossigenazione di tutte le parti del corpo. Questo processo crea un potente effetto antidolorifico e antiinfiammatorio, miorilassante, antibatterico.

L’efficacia terapeutica dell'Ozonoterapia per ernia discale è del 75-90 % dei casi ed evita l’intervento chirurgico nel 95-97% dei pazienti trattati.

L'Ossigeno Ozono agisce favorendo l’eliminazione delle sostanze mediatrici del dolore e dell’infiammazione come le prostaglandine, l’istamina e le citochine pro infiammatorie.


Come viene applicata l'Ozonoterapia per ernia discale?



Il paziente, successivamente ad un'approfondita anamnesi e alla visione di eventuali risonanze e referti svolti, viene trattato mediante infiltrazioni di ozono localizzate. A volte per ridurre di molto l'infiammazione prima di applicare le infiltrazioni si esegue un ciclo di ozonoterapia sistemica endovenosa che agisce riducendo in tutto il corpo l'infiammazione e il dolore. Una volta portata l'infiammazione a un livello più basso si procede con le iniezioni di ossigeno ozono in loco.

Il ciclo minimo di terapia con ozono per ernia discale è di 4 infiltrazioni.


39 visualizzazioni0 commenti
bottom of page